Cyber: accesso inclusivo e spauracchio del modello cinese

Avviato a Parigi l’Internet Governance Forum 2018

farmacia di turno

Dopo l’Internet Governance Forum 2018 svoltosi a Roma negli scorsi 6 e 7 novembre, anche Parigi a il 12 novembre Emmanuel Macron ha aperto il vertice annuale alla presenza del segretario generale dell’Onu, António Guterres. Riflettori puntati sulla esigenza di far crescere la fiducia degli operatori nel mercato unico digitale attraverso l’introduzione di una cornice di regole della connessione al web che ne garantisca un accesso inclusivo e protetto dai potenziali e sempre più innumerevoli rischi. Anche la Francia segue l’approccio multi-stakeholders per prevenire svolte autoritarie della tecnologia, favorendo l’inclusività e il più ampio coinvolgimento degli attori a vario titolo interessati ad internet.

Altro importante tema è l’oligopolio digitale con la tecnologia sempre più concentrata nelle grandi multinazionali di settore (Google, Apple, Facebook e Amazon). A questo proposito, driver del Forum è la forte esigenza di favorire che internet, utilizzata ormai da più di metà della popolazione mondiale, debba essere un luogo virtuale inclusivo e di giustizia sociale, avulso dai poteri forti del mercato e dal controllo esclusivo degli stati. 

In netta contrapposizione al modello europeo multi-stakeholders è il modello cinese che afferma il principio della centralità dello Stato nella governance di internet, a cui consegue un forte controllo statale del web, con potere di censura.  Il modello cinese, in una grande potenza mondiale e tecnologica come la Cina, fa certamente presagire scenari globali distonici nell’universo del web.

Davide Maniscalco

Avvocato Cassazionista, con formazione giuridico-aziendale, ha consolidato la propria esperienza professionale prevalentemente nel settore dei carburanti e delle energie. Ha assunto ruoli di alta direzione in Gruppi societari del settore wholesale and retail trading, logistic, transport & management. Ha maturato una significativa esperienza in diritto commerciale e societario, nonché nella contrattualistica di impresa, occupandosi in azienda della gestione del capitale umano e delle relazioni sindacali. E’ Of Counsel dello Studio Viola di Palermo con cui collabora nell’ambito dell’innovativo BID Department per lo sviluppo del commercio internazionale delle imprese, negli uffici di rappresentanza di Milano e New York. Nel corso dell’esperienza professionale ha approfondito il rapporto tra diritto e tecnologie della società dell’informazione ed ha poi rivolto particolare attenzione alle materie della information security, acquisendo competenze trasversali in informatica giuridica, governance digitale, cybersecurity e business resilience. Certified functional continuity professional (CFCP) DRII e crisis manager. Referente territoriale e Docente della Geeks Academy, scuola di alta formazione specialistica e network della formazione in cybersecurity, digital forensics e data analysis. Professionista della Privacy iscritto negli elenchi dei professionisti dell’Associazione Anorc Professioni*, per la quale è Referente Territoriale. Professionista della Digitalizzazione documentale e della Privacy, con master di primo livello conseguito presso l’Università UniTelma Sapienza di Roma. Membro del Team D&L Net dello Studio Legale Lisi**, a cui aderisce come specialista della Privacy. Membro del consiglio direttivo dell’Associazione Confcommercio Professioni Palermo, che aderisce alla Confcommercio di Palermo. Business Coach e Licensed NLP Master Practitioner iscritto nell’elenco tenuto dall’Associazione Assocoaching I° livello Disaster Manager – Assodima ______________________ ____________________________ * ANORC Professioni è un’associazione professionale, indipendente e senza scopo di lucro, iscritta nell'elenco del MISE, che rappresenta i Professionisti della digitalizzazione e i Professionisti della privacy. **Il D&L Net è un Network professionale che in modo multidisciplinare vuole garantire ai Professionisti che aderiscono una crescita sia in termini di competenze, che di attività, nelle materie del diritto dell’informatica e della protezione dei dati personali. Per tali motivi i Professionisti accettano di riconoscersi in questo Network, di mettere a disposizione con spirito collaborativo e proattivo la propria professionalità e di impegnarsi a sviluppare la rete professionale secondo una serie di diritti e doveri condivisi nel Codice che accettano di osservare.

Articoli suggeriti