Cybersecurity Act: raggiunto l’accordo delle istituzioni europee

Rafforzata la sicurezza informatica in Europa

farmacia di turno

Raggiunta l’intesa politica sul testo del Regolamento Europeo che, tra l’altro, investirà l’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza informatica, Enisa, di nuovi e più incisivi poteri di intervento a sostegno degli Stati membri in ordine alla minaccia cibernetica. 

Il Regolamento, meglio noto come Cybersecurity Act,  introdurrà con portata generale e diretta applicabilità negli Stati membri un quadro Europeo per la certificazione della sicurezza informatica con l’obiettivo di aumentare gli standard di sicurezza informatica dei servizi online e dei dispositivi dei consumatori nella prospettiva di un mercato unico digitale.

Parlamento europeo, Consiglio e Commissione hanno pertanto fatto convergere la loro adesione politica al testo di Regolamento proposto nel 2017 come parte di un ampio pacchetto di misure destinate a fronteggiare la sicurezza del dominio cibernetico.

Tra le principali novità che verranno introdotte dal Regolamento si evidenziano:

  • un mandato permanente per l’Agenzia europea per la cybersicurezza, Enisa, in sostituzione del suo mandato limitato che sarebbe scaduto nel 2020, nonché maggiori risorse assegnate all’agenzia per consentirgli di raggiungere i suoi obiettivi;
  • una base più solida per l’Enisa nel nuovo quadro di certificazione della cybersicurezza per aiutare gli Stati membri a rispondere efficacemente agli attacchi informatici con un ruolo maggiore nella cooperazione e nel coordinamento a livello dell’Unione;
  • Inoltre, l’Enisa contribuirà ad aumentare le capacità di cybersicurezza a livello di Ue e sosterrà il rafforzamento delle capacità e la preparazione. 
  • Infine, l’Enisa sarà un centro di competenza indipendente che contribuirà a promuovere un alto livello di consapevolezza dei cittadini e delle imprese, ma aiuterà anche le istituzioni dell’Ue e gli Stati membri nello sviluppo e nell’attuazione delle politiche.

Il Cybersecurity Act crea, inoltre, un quadro per la certificazione europea di sicurezza informatica per prodotti, processi e servizi che saranno validi nell’Unione. 

In questo caso, si tratta di una importante innovazione preordinata alla sicurezza dei prodotti sempre più eterogeneamente connessi nell’IoT (Internet of Things) e delle infrastrutture critiche. 

La creazione di un tale quadro di certificazione per la sicurezza informatica incorpora caratteristiche di sicurezza nelle prime fasi della progettazione e dello sviluppo tecnico (sicurezza per progettazione). Consente inoltre ai propri utenti di accertare il livello di sicurezza e garantisce che tali funzioni siano verificate in modo indipendente.

Con la certificazione europea, le aziende saranno così incentivate a investire nella cybersicurezza di prodotti e processi con l’auspicabile conseguenza di aumentare sempre più i livelli di consapevolezza del rischio, diventando sempre più virtuosi nella cultura della protezione del dominio cibernetico. 

Davide Maniscalco

Avvocato Cassazionista, con formazione giuridico-aziendale, ha consolidato la propria esperienza professionale prevalentemente nel settore dei carburanti e delle energie. Ha assunto ruoli di alta direzione in Gruppi societari del settore wholesale and retail trading, logistic, transport & management. Ha maturato una significativa esperienza in diritto commerciale e societario, nonché nella contrattualistica di impresa, occupandosi in azienda della gestione del capitale umano e delle relazioni sindacali. E’ Of Counsel dello Studio Viola di Palermo con cui collabora nell’ambito dell’innovativo BID Department per lo sviluppo del commercio internazionale delle imprese, negli uffici di rappresentanza di Milano e New York. Nel corso dell’esperienza professionale ha approfondito il rapporto tra diritto e tecnologie della società dell’informazione ed ha poi rivolto particolare attenzione alle materie della information security, acquisendo competenze trasversali in informatica giuridica, governance digitale, cybersecurity e business resilience. Certified functional continuity professional (CFCP) DRII e crisis manager. Referente territoriale e Docente della Geeks Academy, scuola di alta formazione specialistica e network della formazione in cybersecurity, digital forensics e data analysis. Professionista della Privacy iscritto negli elenchi dei professionisti dell’Associazione Anorc Professioni*, per la quale è Referente Territoriale. Professionista della Digitalizzazione documentale e della Privacy, con master di primo livello conseguito presso l’Università UniTelma Sapienza di Roma. Membro del Team D&L Net dello Studio Legale Lisi**, a cui aderisce come specialista della Privacy. Membro del consiglio direttivo dell’Associazione Confcommercio Professioni Palermo, che aderisce alla Confcommercio di Palermo. Business Coach e Licensed NLP Master Practitioner iscritto nell’elenco tenuto dall’Associazione Assocoaching I° livello Disaster Manager – Assodima ______________________ ____________________________ * ANORC Professioni è un’associazione professionale, indipendente e senza scopo di lucro, iscritta nell'elenco del MISE, che rappresenta i Professionisti della digitalizzazione e i Professionisti della privacy. **Il D&L Net è un Network professionale che in modo multidisciplinare vuole garantire ai Professionisti che aderiscono una crescita sia in termini di competenze, che di attività, nelle materie del diritto dell’informatica e della protezione dei dati personali. Per tali motivi i Professionisti accettano di riconoscersi in questo Network, di mettere a disposizione con spirito collaborativo e proattivo la propria professionalità e di impegnarsi a sviluppare la rete professionale secondo una serie di diritti e doveri condivisi nel Codice che accettano di osservare.

Articoli suggeriti