Five Eyes allarga l’alleanza per l’intelligence sharing militare

L’alleanza anglofona Five Eyes si allarga per l’intelligence sharing militare e del cyberspazio. È  stato infatti annunciato un ampliamento dell’attività di cooperazione per rafforzare l’attività di information sharing e di difesa strategica allargata alla Five Plus Alliance. 

I cinque paesi dell’accordo Five Eyes (Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda), collaboreranno così con partner esterni all’alleanza tra i quali Francia, Giappone, Corea del Sud e, soprattutto, Corea del Nord che presenta particolare interesse militare, specie con riguardo alla potenza missilistica balistica, la cui attività di testing balistico/nucleare nordcoreana continua a destare preoccupazione tra i paesi del sodalizio. L’attività di cooperazione annunciata dall’alleanza “allargata” tiene anche conto delle recenti dichiarazioni del leader nordcoreano Kim Jong Un circa la volontà della Corea del Nord di sottrarsi alla moratoria autoimposta sul missile a lungo raggio e sui test nucleari avviati nel 2018. Per questa ragione, secondo fonti giapponesi, la principale attività di studio con i nuovi partner avrà focus proprio sulle capacità e organizzazione militari della Corea del Nord.

Mission dell’alleanza sarà la più agile intelligence sharing proveniente da fonti sensibili attraverso soprattutto l’attività di SigInt (Signal Intelligence legata all’attività di intercettazione dei segnali attraverso l’intelligence elettronica e l’intelligence delle comunicazioni) nonché quelle di OsInt e SocMInt associata alla tradizionale e per certi versi irrinunciabile HumInt. A queste attività si aggiunge quella di studio e condivisione delle informazioni sulle attività militari che integra ed amplia i protocolli di condivisione già esistenti tra alcuni paesi dell’alleanza tra i quali il trilaterale TISA del 2014 tra Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud ed il bilaterale GSOMIA del 2016 tra il Giappone e la Corea del Sud.

Al centro della strategia di intelligence sharing anche la reazione di un fronte comune tra i paesi della “plus alliance” per una più efficace protezione del dominio cibernetico dai pervasivi attacchi informatici provenienti e comunque ascrivibili dalla Cina. A quest’ultimo proposito, la recente presa di posizione del governo britannico sullo sviluppo del 5G in UK e l’apertura, seppur con limitazioni, al colosso cinese Huawei (in netta contrapposizione con la parte conservatrice del Parlamento più vicina alla linea Trump) rappresenta, nell’ottica dello “sharing” dell’alleanza, un potenziale motivo di imbarazzo diplomatico tra Usa e Regno Unito, soprattutto in relazione alla cooperazione di intelligence. Non va infatti sottovalutato il notevole disappunto manifestato dalla Casa Bianca sulla posizione del Premier Boris Johnson, specie ove si consideri che il colosso cinese rappresenta per gli Stati Uniti un fornitore inaffidabile alla luce dei nebulosi coinvolgimenti in vicende di spionaggio, invero sempre negate da Huawei. In questo scenario, l’alleanza anglofona, potrebbe risentire di un “raffreddamento” dei consolidati rapporti di cooperazione tra i due paesi, sebbene a tal proposito, secondo fonti Reuters, il Segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha dichiarato che la condivisione dell’intelligence Five Eyes andrà avanti nonostante la decisione del Regno Unito su Huawei.

Davide Maniscalco

Avvocato Cassazionista, con formazione giuridico-aziendale, ha consolidato la propria esperienza professionale prevalentemente nel settore dei carburanti e delle energie. Ha assunto ruoli di alta direzione in Gruppi societari del settore wholesale and retail trading, logistic, transport & management. Ha maturato una significativa esperienza in diritto commerciale e societario, nonché nella contrattualistica di impresa, occupandosi in azienda della gestione del capitale umano e delle relazioni sindacali. E’ Of Counsel dello Studio Viola di Palermo con cui collabora nell’ambito dell’innovativo BID Department per lo sviluppo del commercio internazionale delle imprese, negli uffici di rappresentanza di Milano e New York. Nel corso dell’esperienza professionale ha approfondito il rapporto tra diritto e tecnologie della società dell’informazione ed ha poi rivolto particolare attenzione alle materie della information security, acquisendo competenze trasversali in informatica giuridica, governance digitale, cybersecurity e business resilience. Certified functional continuity professional (CFCP) DRII e crisis manager. Referente territoriale e Docente della Geeks Academy, scuola di alta formazione specialistica e network della formazione in cybersecurity, digital forensics e data analysis. Professionista della Privacy iscritto negli elenchi dei professionisti dell’Associazione Anorc Professioni*, per la quale è Referente Territoriale. Professionista della Digitalizzazione documentale e della Privacy, con master di primo livello conseguito presso l’Università UniTelma Sapienza di Roma. Membro del Team D&L Net dello Studio Legale Lisi**, a cui aderisce come specialista della Privacy. Membro del consiglio direttivo dell’Associazione Confcommercio Professioni Palermo, che aderisce alla Confcommercio di Palermo. Business Coach e Licensed NLP Master Practitioner iscritto nell’elenco tenuto dall’Associazione Assocoaching I° livello Disaster Manager – Assodima ______________________ ____________________________ * ANORC Professioni è un’associazione professionale, indipendente e senza scopo di lucro, iscritta nell'elenco del MISE, che rappresenta i Professionisti della digitalizzazione e i Professionisti della privacy. **Il D&L Net è un Network professionale che in modo multidisciplinare vuole garantire ai Professionisti che aderiscono una crescita sia in termini di competenze, che di attività, nelle materie del diritto dell’informatica e della protezione dei dati personali. Per tali motivi i Professionisti accettano di riconoscersi in questo Network, di mettere a disposizione con spirito collaborativo e proattivo la propria professionalità e di impegnarsi a sviluppare la rete professionale secondo una serie di diritti e doveri condivisi nel Codice che accettano di osservare.

Facebook Comments

Articoli suggeriti