Gli “affari armati” dell’Italia nei paesi islamici