Arrestato Jeffrey Epstein, il miliardario filantropo amico dei vip

E’ accusato di traffico di minorenni per sfruttamento sessuale

farmacia di turno

Jeffrey Epstein, il miliardario newyorkese, è stato arrestato. L’accusa è pesantissima: traffico di minorenni per sfruttamento sessuale. Nell’epoca del Me Too la notizia ha fatto in breve il giro del mondo e in Italia è stata rilanciata da Scenarieconomici.it

Le accuse a Jeffrey Epstein

Jeffrey Epstein, stando a quanto emerso, dovrebbe comparire davanti alla Corte Federale di New York già lunedì. Intanto, dopo il fermo all’aeroporto di Teterboro in New Jersey, in arrivo da Parigi, l’Fbi ha perquisito la sua abitazione a Manhattan. Secondo l’accusa Epstein avrebbe sfruttato sessualmente dozzine di ragazze minorenni utilizzando uno schema ormai familiare scrive The Dayli Best: pagarle in contanti per “massaggi” e poi molestarle sessualmente. Gli abusi sarebbero avvenuti nella sua villa nell’Upper East Side e nella sua sontuosa residenza a Palm Beach.

Le frequentazioni vip del miliardario

Ma Jeffrey Epstein non è nuovo a questo tipo di reati. Già nel 2008, infatti, fu accusato di sfruttamento della prostituzione minorile. Ma non solo. Il suo nome è legato a quello di noti personaggi dello spettacolo e della politica, come l’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton. Proprio Scearieconomici.it traccia un profilo del filantropo:  “Un matematico, diventa super ricco con la finanza che ha trasferito la propria attività nelle Isole Vergini americane nel 1982 per motivi fiscali”. Continua a leggere…