software gestionale

Vigili fuoco, Conapo: “Manovra ci offende, sabato sciopero nazionale”

Una promessa non mantenuta si trasforma poi in una presa in giro e i vigili del fuoco non lo meritano. Dalle bozze della legge di bilancio apprendiamo che non è stato previsto un solo centesimo per l’adeguamento delle retribuzioni dei vigili del fuoco ai livelli previsti per le forze dell’ordine come promesso nel contratto di governo. Anzi vi è di peggio: secondo le anticipazioni il già enorme divario con le forze dell’ ordine aumenterà poiché nella manovra sono previsti anche 70 milioni aggiuntivi per le forze dell’ ordine escludendo i vigili del fuoco. Una politica di segno opposto al contratto di governo nel segno della continuità con il passato, altro che governo del cambiamento ”. Lo rende noto Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, il sindacato dei vigili del fuoco, nell’annunciare che “i vigili del fuoco di tutta Italia saranno in sciopero sabato 10 novembre dalle 9,30 alle 13,30 per chiedere queste modifiche durante l’iter parlamentare della legge di bilancio”. 

Il Conapo lancia un messaggio al premier Conte e ai vicepremier Salvini e Di Maio: “I vigili del fuoco sabato faranno sciopero garantendo comunque tutti i servizi di soccorso e di emergenza, onorando il giuramento di fedeltà fatto agli italiani.  Il governo M5S-Lega è in grado fare altrettanto onorando le promesse fatte ai pompieri in campagna elettorale e nel contratto di governo o intende offenderci?”.

“Sul potenziamento degli organici mediante l’assunzione straordinaria di ulteriori 1500 vigili del fuoco – chiariscono dal Conapo – il nostro giudizio è positivo sui numeri, ma negativo sul fatto che 480 assunzioni riservate alla stabilizzazione di personale volontario saranno effettuate senza limiti di età, potranno essere assunti anche nonni quasi sessantenni. Una misura ereditata dalla precedente legge di bilancio targata PD che contribuirà a alzare ulteriormente l’età media dei vigili del fuoco già oggi 48 anni, troppo elevata per un corpo di pronto intervento e emergenza. In polizia che hanno lo stesso problema hanno invece abbassato i limiti di età per aumentare l’efficienza operativa”.

Comunicato stampa

Articoli suggeriti