Fratelli Musulmani fuori legge in Usa? É arrivato il momento anche dell’Italia e dell’ Ue

Sbai: “Se Trump riuscisse nel suo proposito rivoluzionerebbe la politica internazionale”

farmacia di turno

“I Fratelli Musulmani fuori legge negli Stati Uniti come organizzazione terroristica? Se Trump riuscisse nel suo proposito rivoluzionerebbe la politica internazionale, aprendo nuove prospettive di pace, stabilità e sviluppo in Medio Oriente e non solo. Il Quartetto anti-terrorismo in cui sono riuniti i paesi del mondo arabo moderato – Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto – hanno da tempo preso questo provvedimento, lanciando inoltre un embargo contro il Qatar, il principale sponsor dei Fratelli Musulmani insieme alla Turchia islamista di Erdogan”. É il commento di Souad Sbai, ex parlamentare e presidente del Centro studi Averroè e di Acmid, l’associazione delle donne marocchine in Italia, alla notizia diffusa oggi dal New York Times secondo cui la Casa Bianca sta valutando la possibilità di mettere i Fratelli Musulmani nella lista delle organizzazioni terroristiche.

“La capacità del Quartetto di respingere le ambizioni dei Fratelli Musulmani di stabilire dittature fondamentaliste in tutto la regione mediorientale – aggiunge Sbai – come già intentato durante la cosiddetta Primavera Araba, risulterebbe enormemente rafforzata dal sostegno della superpotenza americana. L’imposizione da parte di Washington di sanzioni economiche e di altra natura ai movimenti, alle compagnie e ai militanti legati alla Fratellanza e a chiunque interagisca con essi, ridurrebbe significativamente la capacità dell’Organizzazione islamista di diffondere l’estremismo che ha generato il terrorismo jihadista contemporaneo di ISIS e Al Qaeda”.
“L’Europa deve seguire l’esempio di Trump – sottolinea ancora Souad Sbai – specie dopo l’uscita dei “Qatar Papers”, libro che documenta come il Qatar abbia impunemente finanziato le moschee radicali dei Fratelli Musulmani in tutta Europa, Italia compresa. Proprio l’Italia che ha un rapporto privilegiato con il Qatar, è il paese dove Doha ha investito maggiormente in progetti e iniziative di proselitismo condotte dai Fratelli Musulmani, ed è quindi il paese dove l’urgenza di colpire con provvedimenti sanzionatori le realtà legate alla Fratellanza è più urgente. Mettere fuori legge i Fratelli Musulmani come organizzazione terroristica – conclude – l’Occidente deve unirsi al mondo arabo moderato per fermare il progetto di conquista dei Fratelli Musulmani e degli stati canaglia che li sponsorizzano, Qatar e Turchia”.

Articoli suggeriti