Tra Natale e Capodanno quanto abbiamo brindato alla nostra salute?

farmacia di turno

a cura di Sara Novello

Le feste non sono ancora terminate e i calici regnano sulle nostre tavole danneggiando silenziosamente il nostro metabolismo. Una bevanda alcolica, infatti, può aumentare di almeno il 10% la quota giornaliera di una dieta, ma l’alcol può ingannare il cervello in molti modi scombussolando il metabolismo corporeo.

Deprime e fa ingrassare

Le calorie presenti in ogni grammo di alcol non hanno valore nutritivo, questo implica la perdita di sali minerali e vitamine dal cibo che assumiamo. Bere molto alcol porta il corpo a immagazzinare molto grasso ostacolando lo sviluppo muscolare. Inoltre, nonostante gli iniziali “allegri effetti”, l’alcol é un elemento depressivo che influisce negativamente sulla funzione celebrale, sulla coordinazione e sull’equilibrio del corpo. Nonostante l’alcol porti la sensazione di stanchezza, aumenta l’appettito facendoci ingurgitare centinaia di calorie non necessarie.

Ma come fare per non indulgere ancora?

Per controllare il nostro apporto di alcol basterà semplicemente conoscere le calorie presenti all’interno della bevanda che ci apprestiamo a bere. Inoltre, è consigliabile non consumare mai alcol a stomaco vuoto e infine intervallare con acqua tra un brindisi e l’altro di modo che l’effetto dell’alcol risulti più prolungato senza per questo indurci a proseguire. In questo modo l’alcol non saboterà la nostra dieta aspettando i dolci dell’epifania!

Articoli suggeriti