#VEGANAMANONTROPPO. Alla ricerca della borsa perduta

farmacia di turno

Sabrina mi risveglia dal mio sogno. “La smetti di guardare la vetrina a bocca aperta? Vieni a darmi un consiglio!”. Ovviamente è già presissima dalle sue immancabili scarpe da ballo con plateau. Non faccio in tempo a dirle che mi piacciono, già le sta comprando. La cassiera le parla come se fosse la sua migliore amica e striscia la carta di credito con un sorriso a 34 denti. Ad acquisto ultimato la costringo a girare tutti i negozi finché non trovo una borsa uguale, ma di “ecopelle” 100% sostenibile.
Alla fine ci riusciamo: stesso colore, modello Birkin, prezzo inferiore e nessun animale è morto per permettermi di andare in giro con quella borsa. È un nuovo tipo di ecopelle, fatta di legno. Al tatto le caratteristiche sono molto simili al cuoio. Un prodotto made in Italy e nel rispetto dell’ambiente e degli animali. Il materiale, tra l’altro, è totalmente riciclabile e biodegradabile. “Brava Carla! Ottimo acquisto!”. Orgogliosa della mia vegan bag, cammino a 20 centimetri da terra.
“Voglio fare merenda” mi dice la mia amica. Beh, in effetti, dopo che le ho fatto fare i chilometri per andare alla ricerca della borsa perduta, se lo merita. Ci sediamo in un bar e ordiniamo le nostre tisane.
Torno a casa affamata e con la voglia di cucinare polpette di quinoa.

whatsapp-image-2016-09-25-at-22-40-05

100 gr di quinoa
200 gr d’acqua
due zucchine
un peperoni
due cucchiai di farina di ceci
sale
pangrattato
olio extravergine d’oliva

Metto la quinoa in un pentolino con dell’acqua fredda, quando comincia a cuocersi, la quinoa si gonfia e assorbe tutta l’acqua. Le dosi sono semplici. La quantità d’acqua deve esser sempre il doppio di quella della quinoa e metter un po’ di verdura in più. A volte ne faccio un po’ in più, così le congelo. Sono sicuramente più sane di quelle che si comprano. Si possono fare con tutte le verdure, anche con il cavolo sono buonissime, sicuramente è la loro stagione. Le zucchine e i peperoni invece li ho congelati a settembre così posso utilizzarli per tutto l’inverno. Mentre cuoce la quinoa metto le verdure al vapore. Cuocerle così preserva le loro proprietà nutrizionali.
L’acqua si è completamente assorbita. Vuol dire che la quinoa è cotta. Verso in un recipiente insieme alla verdure e aggiungo curry e paprika, olio extravergine d’oliva, pan grattato, sale e comincio ad impastare. Poi due cucchiai di farina di ceci. Sostituisce perfettamente le uova per amalgamare il composto.
In un piatto a parte preparo la panatura. Il mio segreto per una panatura croccante è la crusca. Quindi aggiungo crusca, sesamo tostato, pan grattato e farina di ceci o farina integrale. Preriscalddo il forno mentre dall’impasto faccio le polpettine, le passo nella panatura e le dispongo in una teglia oleata. In forno a 180°. Circa 15’ et voilà!

Articoli suggeriti