software gestionale

Cyber: server in prestito per lo sviluppo del Cloud computing

Google lancia in Europa la Transfer Appliance

La tecnologia viaggia veloce e, mentre in Italia si discute ancora sull’attuazione del Codice dell’amministrazione digitale (Cad), prende campo il “server in prestito” per velocizzare il trasferimento di dati e informazioni su piattaforma digitale. Il colosso della nuova oligarchia digitale, Google, lancia la Transfer Appliance per favorire lo sviluppo del cloud. 

Che cos’è Transfer Appliance

Si tratta di un dispositivo fisico, ancora in versione non definitiva e già da tempo nella disponibilità del colosso americano, che renderà più veloce l’upload in cloud di dati e informazioni di centinaia di terabyte (ovviamente su piattaforma Google). Il dispositivo è pensato per fornire una soluzione ai limiti di una connessione Internet, anche a banda larga, in relazione agli upload di rilevante entità su cloud. Si tratta in particolare un Network attached storage (Nas) che potrà essere richiesto a Google e che, una volta recapitato in azienda, andrà ad inserirsi nella rete locale del cliente destinatario (Lan) con la funzione di acquisire i dati che il server Nas di Google elaborerà per la cifratura. Ultimato il processo di acquisizione l’appliance verrà, dunque, spedita a Google che curerà il successivo upload delle informazioni sul cloud (Google Cloud Platform). Sarà poi l’utente a gestire il cloud storage nel quale potrà decriptare i dati caricati dal Nas.

Server disponibile in due capacità

Il server è reso disponibile in due capacità, 100 e 480 TB, e può ospitare cluster Apache Spark e Apache Hadoop su Google Cloud Platform, grazie al servizio gestito Cloud Dataproc. Svariati gli usi del dispositivo:  dal data collection, con finalità di storage, data analysis o implementazione di machine learning, data replication e  data migration. Nell’ottica dell’adeguamento al Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), il colosso californiano rassicura le aziende europee dichiarando che il trasferimento dei dati avverrà sempre all’interno del territorio dell’Unione Europea. E infatti, le Google Transfer Appliance europee partono dall’Olanda, mentre le attività di upload verrebbero eseguite in un datacenter allocato in Belgio.

Davide Maniscalco

Avvocato Cassazionista, con formazione giuridico-aziendale, ha consolidato la propria esperienza professionale prevalentemente nel settore dei carburanti e delle energie. Ha assunto ruoli di alta direzione in Gruppi societari del settore wholesale and retail trading, logistic, transport & management. Ha maturato una significativa esperienza in diritto commerciale e societario, nonché nella contrattualistica di impresa, occupandosi in azienda della gestione del capitale umano e delle relazioni sindacali. E’ Of Counsel dello Studio Viola di Palermo con cui collabora nell’ambito dell’innovativo BID Department per lo sviluppo del commercio internazionale delle imprese, negli uffici di rappresentanza di Milano e New York. Nel corso dell’esperienza professionale ha approfondito il rapporto tra diritto e tecnologie della società dell’informazione ed ha poi rivolto particolare attenzione alle materie della information security, acquisendo competenze trasversali in informatica giuridica, governance digitale, cybersecurity e business resilience. Certified functional continuity professional (CFCP) DRII e crisis manager. Referente territoriale e Docente della Geeks Academy, scuola di alta formazione specialistica e network della formazione in cybersecurity, digital forensics e data analysis. Professionista della Privacy iscritto negli elenchi dei professionisti dell’Associazione Anorc Professioni*, per la quale è Referente Territoriale. Professionista della Digitalizzazione documentale e della Privacy, con master di primo livello conseguito presso l’Università UniTelma Sapienza di Roma. Membro del Team D&L Net dello Studio Legale Lisi**, a cui aderisce come specialista della Privacy. Membro del consiglio direttivo dell’Associazione Confcommercio Professioni Palermo, che aderisce alla Confcommercio di Palermo. Business Coach e Licensed NLP Master Practitioner iscritto nell’elenco tenuto dall’Associazione Assocoaching I° livello Disaster Manager – Assodima ______________________ ____________________________ * ANORC Professioni è un’associazione professionale, indipendente e senza scopo di lucro, iscritta nell'elenco del MISE, che rappresenta i Professionisti della digitalizzazione e i Professionisti della privacy. **Il D&L Net è un Network professionale che in modo multidisciplinare vuole garantire ai Professionisti che aderiscono una crescita sia in termini di competenze, che di attività, nelle materie del diritto dell’informatica e della protezione dei dati personali. Per tali motivi i Professionisti accettano di riconoscersi in questo Network, di mettere a disposizione con spirito collaborativo e proattivo la propria professionalità e di impegnarsi a sviluppare la rete professionale secondo una serie di diritti e doveri condivisi nel Codice che accettano di osservare.

Articoli suggeriti