software gestionale

Cybersecurity Act, raggiunta intesa tra istituzioni Ue

Enisa avrà mandato permanente a svolgere anche compiti in parte operativi a supporto degli Stati membri

Era atteso da tempo e finalmente il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione europea hanno definito la fase di negoziazione politica sul contenuto del cybersecurity Act. Si tratta, infatti, del Regolamento che crea un quadro europeo per la certificazione della sicurezza informatica dei prodotti Ict e dei servizi digitali, introducendo un rafforzamento del ruolo dell’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza delle reti e dell’informazione (Enisa).

Nell’ambito della nuova strategia dell’Ue per la sicurezza cibernetica, si punta a favorire la resilienza ai cyber attacchi e a creare un mercato unico della sicurezza cibernetica (prodotti, servizi e processi), creando le condizioni per far crescere la fiducia degli utenti delle tecnologie digitali. “La fiducia e la sicurezza sono fondamentali per il corretto funzionamento del nostro mercato unico digitale”, ha dichiarato Andrus Ansip, vicepresidente e commissario responsabile per il mercato unico digitale. 

L’Enisa contribuirà all’obiettivo di assicurare nell’Unione un livello elevato di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi

Già deputata ad assistere tecnicamente gli Stati membri e le istituzioni europee nell’elaborazione delle politiche in materia di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi e a rafforzare la propria capacità di prevenire, rilevare e reagire agli incidenti informatici, l’Enisa avrà adesso mandato permanente a svolgere anche compiti in parte operativi a supporto degli Stati membri. Si occuperà, inoltre, della gestione del sistema europeo di certificazione della sicurezza informatica dei prodotti e dei servizi digitali attraverso l’introduzione di un quadro complessivo di regole che disciplinano gli schemi europei di certificazione della sicurezza informatica. Secondo Mariya Gabriel, commissario responsabile per l’Economia e le società digitali, l’accordo raggiunto sul regolamento migliora la cibersicurezza complessiva dell’Unione e sostiene anche la competitività delle imprese.

Security by design

La certificazione europea è di particolare interesse perché, coerentemente con il modello di privacy by design già previsto dal Regolamento Ue 2016/679 (Gdpr), viene introdotto anche per la sicurezza delle reti il modello di “security by design” fin dalla fase della progettazione dei prodotti Ict, inclusi quei dispositivi di consumo eterogeneamente connessi alla rete (IoT). L’Enisa contribuirà altresì in modo ancora più incisivo ad aumentare la sicurezza cibernetica in ambito comunitario e costituirà un indipendente volano per la promozione e diffusione della cultura della consapevolezza degli scenari di rischio cibernetico. Il regolamento proseguirà il suo iter verso l’approvazione del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Ue e verrà all’esito pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione per poi entrare immediatamente in vigore.

Davide Maniscalco

Avvocato Cassazionista, con formazione giuridico-aziendale, ha consolidato la propria esperienza professionale prevalentemente nel settore dei carburanti e delle energie. Ha assunto ruoli di alta direzione in Gruppi societari del settore wholesale and retail trading, logistic, transport & management. Ha maturato una significativa esperienza in diritto commerciale e societario, nonché nella contrattualistica di impresa, occupandosi in azienda della gestione del capitale umano e delle relazioni sindacali. E’ Of Counsel dello Studio Viola di Palermo con cui collabora nell’ambito dell’innovativo BID Department per lo sviluppo del commercio internazionale delle imprese, negli uffici di rappresentanza di Milano e New York. Nel corso dell’esperienza professionale ha approfondito il rapporto tra diritto e tecnologie della società dell’informazione ed ha poi rivolto particolare attenzione alle materie della information security, acquisendo competenze trasversali in informatica giuridica, governance digitale, cybersecurity e business resilience. Certified functional continuity professional (CFCP) DRII e crisis manager. Referente territoriale e Docente della Geeks Academy, scuola di alta formazione specialistica e network della formazione in cybersecurity, digital forensics e data analysis. Professionista della Privacy iscritto negli elenchi dei professionisti dell’Associazione Anorc Professioni*, per la quale è Referente Territoriale. Professionista della Digitalizzazione documentale e della Privacy, con master di primo livello conseguito presso l’Università UniTelma Sapienza di Roma. Membro del Team D&L Net dello Studio Legale Lisi**, a cui aderisce come specialista della Privacy. Membro del consiglio direttivo dell’Associazione Confcommercio Professioni Palermo, che aderisce alla Confcommercio di Palermo. Business Coach e Licensed NLP Master Practitioner iscritto nell’elenco tenuto dall’Associazione Assocoaching I° livello Disaster Manager – Assodima ______________________ ____________________________ * ANORC Professioni è un’associazione professionale, indipendente e senza scopo di lucro, iscritta nell'elenco del MISE, che rappresenta i Professionisti della digitalizzazione e i Professionisti della privacy. **Il D&L Net è un Network professionale che in modo multidisciplinare vuole garantire ai Professionisti che aderiscono una crescita sia in termini di competenze, che di attività, nelle materie del diritto dell’informatica e della protezione dei dati personali. Per tali motivi i Professionisti accettano di riconoscersi in questo Network, di mettere a disposizione con spirito collaborativo e proattivo la propria professionalità e di impegnarsi a sviluppare la rete professionale secondo una serie di diritti e doveri condivisi nel Codice che accettano di osservare.

Articoli suggeriti