Militare italiano muore in Pakistan durante scalata

Aveva 32 anni ed era in forza al Centro addestramento alpino di Courmayeur

E’ morto a causa del crollo di un seracco durante la fase di discesa da una quota di 7000 metri. Esercito in lutto per il decesso del Caporal Maggiore Scelto Maurizio Giordano, militare impegnato nella spedizione alpinistica in Pakistan. L’incidente mortale è avvenuto alle 6 (ora italiana) di questa mattina e, come spiegato in una nota, è stato causato “dal crollo di un seracco durante la fase di discesa da quota 7000mt al campo base situato a quota 5000mt”. Il militare, 32 anni di Cuneo, era in forza al Centro addestramento alpino di Courmayeur (AO) e faceva parte della spedizione di 5 alpinisti impegnati nell’ascensione al Gasherbrum IV in Pakistan.

Giordano aveva già affrontato con successo numerose ascensioni sulle Alpi e sulle Dolomiti, “evidenziando in ogni circostanza grande professionalità e spirito di servizio”. L’Esercito ha immediatamente attivato le procedure per fornire tutto il supporto e il sostegno necessario alla famiglia del militare coinvolto, nella consapevolezza del momento di sconforto che stanno attraversando i parenti.

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, appresa la triste notizia del decesso del Caporal Maggiore Scelto Maurizio Giordano, ha espresso sentimenti di solidale cordoglio ai familiari, a nome della Forza Armata e suo personale.

Il cordiglio è arrivato anche dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, che si è detto “profondamente addolorato per la tragica perdita del Caporal Maggiore Scelto dell’Esercito Maurizio Giordano, deceduto mentre stava tentando l’ascensione alla cima del monte Gasherbrum IV in Pakistan”, esprimendo profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome dell’Aeronautica Militare e suo personale, alla famiglia del militare, ai colleghi del Reparto e a tutto l’Esercito Italiano.

Cordoglio per il tragico incidente anche dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, che si è detto  “profondamente addolorato e scosso per il tragico incidente. Giunga alla famiglia del militare e a tutto l’Esercito la commossa vicinanza mia e del personale dell’intera Marina Militare”.

 

 

Articoli suggeriti