Enisa lancia la piattaforma per la protezione dei dati personali

Enisa, l’Agenzia Europea per la sicurezza informatica, in occasione della celebrazione della “giornata della protezione dei dati 2020” che ha avuto luogo il 28 gennaio, ha lanciato una piattaforma online per fornire assistenza nella sicurezza del trattamento dei dati personali. Si tratta di una piattaforma che va ad implementare un approccio alla privacy basato sul rischio come strumento per aumentare e sostenere elevati standard di sicurezza che comportano anche un aumento del livello di fiducia nel digital single market.

La nuova piattaforma si concentra sull’analisi di soluzioni tecniche per l’implementazione del GDPR, la privacy by design e la sicurezza del trattamento dei dati personali. “Sostenere l’ecosistema della cybersecurity con consigli e strumenti pratici per la mitigazione del rischio è il ruolo dell’Enisa – ha dichiarato Juhan Lepassaar, direttore esecutivo dell’Agenzia”. La piattaforma, ha aggiunto, “è uno strumento chiave che fornisce indicazioni alle organizzazioni sul loro profilo di rischio durante l’elaborazione dei dati personali ed inoltre fornisce alle organizzazioni raccomandazioni basate sul loro profilo individuale”.

Nella relazione di accompagnamento al lancio del nuovo strumento vengono evidenziate le raccomandazioni riferite ai seguenti settori:

  • le organizzazioni, come le PMI, che elaborano dati personali (responsabili del trattamento dei dati) e gli organi competenti dell’UE dovrebbero lavorare verso casi d’uso comuni ed esempi per la sicurezza dei dati personali, sostenendo nel contempo quadri di valutazione del rischio per la sicurezza più ampi che incorporano requisiti di protezione dei dati.
  • Gli organismi competenti dell’UE e le autorità di protezione dei dati dovrebbero sviluppare documenti di orientamento pratico che saranno in grado di supportare e assistere diversi tipi di responsabili del trattamento dei dati nella selezione di misure di sicurezza adeguate e adeguate.
  • La comunità di ricerca e gli organismi di standardizzazione dovrebbero continuare a lavorare per fornire soluzioni tecniche a minacce di sicurezza sempre crescenti in diversi settori delle misure di sicurezza e tecnologie di miglioramento della privacy, con il sostegno degli organi competenti dell’UE e della Commissione europea, in termini di orientamento politico e finanziamenti.
  • La Commissione europea, le autorità di protezione dei dati e gli organi competenti dell’UE dovrebbero esplorare le possibili sinergie tra i diversi quadri di certificazione per quanto riguarda la sicurezza del trattamento dei dati personali.

La piattaforma è a beneficio dei responsabili del trattamento dei dati e i loro fornitori di servizi di assistenza (responsabili del trattamento dei dati), che potranno così determinare il loro approccio quando cercano di sviluppare politiche per proteggere i dati personali sotto il loro controllo. 

Questa piattaforma può anche essere utile sia per i revisori che per le autorità di controllo, come criterio di valutazione del livello di preparazione e analisi che precedono la designazione delle misure di sicurezza adottate da un responsabile del trattamento dei dati. Ovviamente anche le PMI potranno beneficiare di soluzioni offerte dalla piattaforma per supportare la conformità al GDPR.

Davide Maniscalco

Avvocato Cassazionista, con formazione giuridico-aziendale, ha consolidato la propria esperienza professionale prevalentemente nel settore dei carburanti e delle energie. Ha assunto ruoli di alta direzione in Gruppi societari del settore wholesale and retail trading, logistic, transport & management. Ha maturato una significativa esperienza in diritto commerciale e societario, nonché nella contrattualistica di impresa, occupandosi in azienda della gestione del capitale umano e delle relazioni sindacali. E’ Of Counsel dello Studio Viola di Palermo con cui collabora nell’ambito dell’innovativo BID Department per lo sviluppo del commercio internazionale delle imprese, negli uffici di rappresentanza di Milano e New York. Nel corso dell’esperienza professionale ha approfondito il rapporto tra diritto e tecnologie della società dell’informazione ed ha poi rivolto particolare attenzione alle materie della information security, acquisendo competenze trasversali in informatica giuridica, governance digitale, cybersecurity e business resilience. Certified functional continuity professional (CFCP) DRII e crisis manager. Referente territoriale e Docente della Geeks Academy, scuola di alta formazione specialistica e network della formazione in cybersecurity, digital forensics e data analysis. Professionista della Privacy iscritto negli elenchi dei professionisti dell’Associazione Anorc Professioni*, per la quale è Referente Territoriale. Professionista della Digitalizzazione documentale e della Privacy, con master di primo livello conseguito presso l’Università UniTelma Sapienza di Roma. Membro del Team D&L Net dello Studio Legale Lisi**, a cui aderisce come specialista della Privacy. Membro del consiglio direttivo dell’Associazione Confcommercio Professioni Palermo, che aderisce alla Confcommercio di Palermo. Business Coach e Licensed NLP Master Practitioner iscritto nell’elenco tenuto dall’Associazione Assocoaching I° livello Disaster Manager – Assodima ______________________ ____________________________ * ANORC Professioni è un’associazione professionale, indipendente e senza scopo di lucro, iscritta nell'elenco del MISE, che rappresenta i Professionisti della digitalizzazione e i Professionisti della privacy. **Il D&L Net è un Network professionale che in modo multidisciplinare vuole garantire ai Professionisti che aderiscono una crescita sia in termini di competenze, che di attività, nelle materie del diritto dell’informatica e della protezione dei dati personali. Per tali motivi i Professionisti accettano di riconoscersi in questo Network, di mettere a disposizione con spirito collaborativo e proattivo la propria professionalità e di impegnarsi a sviluppare la rete professionale secondo una serie di diritti e doveri condivisi nel Codice che accettano di osservare.

Facebook Comments

Articoli suggeriti