India, hub emergente per la produzione di prodotti per la Difesa

Fino al 14 aprile nel Paese si svolge Defexpo, l’esposizione internazionale

Defexpo lancia l’India come hub emergente per la produzione di prodotti per la difesa.
A Thiruvidanthai, sull’East Coast Road (ECR) vicino a Chennai, si svolge in questi giorni e fino al 14 aprile, Defexpo 2018, l’esposizione indiana e internazionale dei vari attori industriali della Difesa.

L’India è il primo importatore di armi al mondo. Secondo fonti ministeriali le imprese indiane hanno prodotto 550 miliardi di sterline per l’equipaggiamento militare nell’ultimo anno.

Tuttavia, il ministero della Difesa indiano ha sottolineato l’importanza di coinvolgere sempre più gli produttori indiani della difesa al fine di promuovere più autorevolezza e indipendenza nel settore, indicando l’India come hub emergente per la produzione, dato che il Paese ha raggiunto traguardi importanti anche nella produzione di difesa interna .

Nella scorsa edizione di Defexpo furono più di 1.000 le aziende partecipanti, quest’anno sono previsti 701 espositori, tra cui 539 imprese indiane e 163 aziende internazionali. Mentre questa è la partecipazione più alta di sempre delle ditte locali, secondo i funzionari c’è una diminuzione del 10% in termini di partecipazione internazionale. Circa il 72% dello spazio è destinato agli espositori del posto che include aziende come come Tata, L & T, Kalyani, Bharat Forge, Mahindra, MKU, Organizzazione Difesa Ricerca e Sviluppo (DRDO), Hindustan Aeronautics Limited (HAL), Bharat Electronics Limited (BEL), Bharat Dynamics Limited (BDL), Bharat Earth Movers Limited (BEML), Mazagon Dock Limited (MDL), impresa di costruzione di navi da guerra Garden Reach Shipbuilders & Engineers Ltd (GRSE), Goa Shipyard Ltd (GSL), Hindustan Shipyard Ltd (HSL), Mishra Dhatu Nigam Limited (MIDHANI) , fabbriche di ordigni e molte altre.

Il ministero della Difesa lancerà il programma IDEX (Innovations for Defense Excellence) all’Expo, con l’intento di dare slancio alle start-up indiane e per i produttori della difesa e dell’aerospaziale per mostrare le loro ultime tecnologie e prodotti nell’ambito del programma di punta di Made in India. Per la prima volta verrà allestito un padiglione dedicato alla forza indiana sia del settore pubblico che del settore privato nella produzione di difesa.

Le principali aziende internazionali partecipanti, invece, sono Lockheed Martin, Boeing (USA), Saab (Svezia), Airbus, Rafael (Francia), Rosonboron Exports, United Shipbuilding (Russia), BAE Systems (Regno Unito), Sibat (Israele), Wartsila (Finlandia), Rhode e Schwarz (Germania).
In occasione dell’ esposizione vale la pena rilevare che una commissione congiunta India-Corea del Sud si incontrerà a Nuova Delhi. Il 13 aprile, inoltre, India e Russia dovrebbero firmare almeno tre o quattro accordi sulla cooperazione militare. Secondo fonti interne per la prima volta, dunque, tutte e tre le forze già menzionate si esibiranno insieme dal vivo.

Defexpo, mostrerà le capacità indiane in materia di sicurezza terrestre, navale e nonché la sua importanza per gli investimenti nel settore della difesa, fornendo una piattaforma di alleanze nel settore. Circa 46 delegazioni ufficiali di diversi paesi hanno confermato la loro partecipazione, più di 12 di queste sono a livello ministeriale. Queste ultime provengono da paesi come Usa, Regno Unito, Afghanistan, Repubblica Ceca, Finlandia, Italia, Madagascar, Myanmar, Nepal, Portogallo, Repubblica di Corea, Seychelles e Vietnam.

Articoli suggeriti