Riordino carriere, Sergenti e Brigadieri: “Salvini aiutaci”

farmacia di turno

“I Sergenti e Brigadieri dell’Esercito italiano, della Marina militare, dell’Aeronautica militare e dell’Arma dei Carabinieri sono fortemente bistrattati nelle funzioni, nella dignità e nel rispetto della professionalità”. La denuncia arriva dal Cocer Interforze che accusa i vertici della Difesa: “Sino ad oggi siamo stati ignorati dai vertici della Difesa e volutamente, non salvaguardati nei prossimi correttivi al riordino. Essendo ad oggi rimasti inascoltati chiediamo al signor ministro degli Interni, nonché vice premier Matteo Salvini, di essere auditi per rappresentare le problematiche dei sottoufficiali che rappresentiamo in materia di correttivi al riordino delle carriere”. La richiesta, si legge nella nota, é “doverosa per esprimere il disagio vissuto dai Sergenti e Brigadieri per il mancato rispetto del ruolo e l’omessa condivisione del principio di equiordinazione con le forze di polizia ad ordinamento civile, i quali chiedono, per i gradi apicali, il doveroso passaggio (“low-cost” ed “ope legis”), nei ruoli superiori anche in extraorganico”. 

 

Foto esercito.difesa.it

Articoli suggeriti