software gestionale

Sindacati militari su tutte le furie contro l’esponente del M5S

“Chieda pubblicamente scusa per il video pubblicato su Facebook”

I sindacati militari su tutte le furie e chiedono una smentita all’onorevole Emanuela Corda, capogruppo del M5S in commissione Difesa. La Corda, che ha presentato il disegno di legge sulla sindacalizzazione delle forze armate, con un video su Facebook ha parlato proprio del testo che è in discussione. Ma le sue parole non sono piaciute ai militari.

 

#SINDACATIMILITARI #M5S Parliamo della nostra legge; #Comeprocede #LavoriinCorso

Publiée par Emanuela Corda sur Mardi 23 avril 2019

In un comunicato stampa congiunto, Sim Aeronautica Militare, Sim Marina Militare, Sim Guardia Costiera, Sim Guardia di Finanza, Sindacato Nazionale Finanzieri, si riporta “lo sgomento che si registra  tra i militari per le parole utilizzate dall’onorevole Corda nella diretta Facebook. Ieri pomeriggio, la parlamentare del M5S ha voluto partecipare pubblicamente un aggiornamento sullo status, in Commissione Difesa, della proposta di legge sindacale che porta il suo nome. La Corda in maniera davvero infelice ha detto:  ‘Minacce di sciopero evocato dalle sigle sindacali’, ‘attacchi da parte dei militari’, ‘paletti imposti dalla sentenza 120 del 2018’, ‘specificità del personale militare rispetto a quello delle Forze di Polizia ad ordinamento civile’. Si evince, chiaramente – prosegue la nota – il  desiderio di ‘accontentare un po’ tutti’ nella stesura della legge. Quelli riportati sono solo alcuni dei punti toccati dall’intervento davvero “superficiale” postato sul social della parlamentare”.

I sindacati militari, quindi, si dicono “su tutte le furie” e aggiungono: “Ribadiamo la nostra posizione libera e democratica. Non minacciamo nessuno, tantomeno usando lo strumento dello sciopero”. E specificano che esprimono “solo il proprio dissenso nei limiti e nel rispetto della legge avvalendosi delle legittime prerogative sindacali ed essi attribuite”. Ma non solo. Le sigle firmatarie del comunicato chiedono “una pubblica smentita all’onorevole Corda del messaggio fuorviante che ha trasmesso sul social network e la invitiamo a conservare le proprie energie per affrontare l’iter della proposta di legge con meno approssimazione”.

Si augura, inoltre, “che l’intero iter che vedrà la prima legge per il sindacato militare nascere possa essere più limpido e lineare possibile mettendo al centro del provvedimento solo ed esclusivamente il personale in uniforme e le loro famiglie”.

Articoli suggeriti