Brexit: chi é John Bercow, il controverso speaker della Camera

farmacia di turno

Con i suoi “Order” urlati in Parlamento la figura di John Bercow, portavoce della Camera dei Comuni, é ormai leggendaria in Gran Bretagna. Ma chi é l’onorevole Bercow? Basandosi su casi risalenti a 400 anni fa, per salvare l’onore della Camera dei Comuni ha infatti vietato ai parlamentari una terza votazione sullo stesso accordo Brexit presentato da Theresa May bocciandolo già ben 2 volte e passando la palla all’Unione Europea. E alle beffe e risate dei suoi colleghi risponde: “Qualcuno dovrà pur pensare a salvare l’onore e la reputazione del Parlamento inglese e chi altri se non il suo portavoce?”

Accuse di mancata neutralità

In qualità di Presidente della Camera, il signor Bercow è incaricato di presiedere i dibattiti e di tenere l’ordine in aula.  Lo scorso anno scatenò un dibattito parlando contro il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Rivolgendosi al Parlamento affermò che “l’opposizione al razzismo e al sessismo” erano “considerazioni estremamente importanti”. Nel 2017 disse apertamente ad alcuni studenti di aver votato contro Brexit per rimanere in Europa facendosi precipitare addosso aspre critiche dalla frangia conservatrice che lo accusò di mancata neutralità vista la sua posizione.

Idee politiche controverse

La sua carriera iniziò con Margareth Thatcher per poi essere eletto deputato conservatore nel 1997. Ma all’inizio del 2000 le sue opinioni politiche cambiarono. Bercow divenne un paladino dei diritti degli omosessuali affermando, inoltre, che una repressione sui fumatori di cannabis sarebbe stata “assurda”. A causa di queste sue opinioni politiche così diverse si inimicò molti parlamentari ed essendosi egli stesso definito come uno dei “liberali sociali più espliciti del partito conservatore”, ha dovuto respingere le voci persistenti che lo volevano pronto a tradire per i labour, (la sua elezione a presidente era più popolare sui banchi laburisti che su quelli conservatori). La conferma di tante ostilità si ebbe nel 2015, poiché con il sostegno dei Labour sopravvisse dopo una proposta di cambio di regole, vista come un tentativo di espellerlo dal governo Tory.

Dalle tradizioni modernizzate alle accuse di bullismo

L’onorevole Bercow ha dichiarato di volere una Camera dei Comuni “marginalmente meno soffocante e proibita”. Di conseguenza i parlamentari maschi possono parlare in aula senza indossare cravatte e  i commessi possono non indossare parrucche. Lui stesso, dopo essere diventato Speaker nel 2009, ha modificato il suo abbigliamento indossando un normale completo da uomo piuttosto che i tradizionali pantaloni al ginocchio. Ma a maggio il suo ex segretario privato, Angus Sinclair, ha dichiarato alla BBC Newsnight che lo speaker più volte ha urlato e imprecato contro di lui tentando di intimidirlo fisicamente .Un altro ex alto funzionario, David Leakey, ha dettoo che Bercow ha creato un clima di “paura e intimidazione, da vero bullo!”. Interrogato dal Commons, Bercow ha negato tutte le accuse concentrandosi esclusivamente sulla spinosa questione Brexit.

di Sara Novello

Articoli suggeriti